Mausoleo di Bourguiba, la Monastir del presidente

di
Il Mausoleo di Bourguiba, Monastir © Andrea Lessona

Il Mausoleo di Bourguiba, Monastir © Andrea Lessona

Alla fine del lungo viale, due minareti eretti a fianco di una cupola dorata e altre due verdi delimitano il mausoleo di Bourguiba – il monumento sepolcrale più importante di Monastir, la città del Sahel.

Costruita nel 1963 su progetto di Olivier Clément Cacoub, l’imponete struttura ospita le salme di Habib Bourguiba, della sua prima moglie Mathilde e dei suoi familiari. Di origine berbera, quest’uomo fu il leader della lotta per l’indipendenza e poi il fondatore della Tunisia moderna.

Ne fu presidente per trent’anni, dal 25 luglio 1957 al 7 novembre 1987, quando venne destituito da Zine El-Abidine Ben Ali. Morto il 6 aprile del 2000 a Monastir, ora riposa qui, nel mausoleo di Bourguiba che la città ha voluto dedicargli.

Realizzata in base alle caratteristiche dell’architettura tradizionale arabo-musulmana moderna, la struttura si trova nella parte occidentale del cimitero di Sidi El Mézeri, il più importante luogo cittadino di sepoltura.

Dal centro di Monastir, si devono camminare i duecento metri del viale alla cui fine si trova il mausoleo di Bourguiba. La cancellata che lo separa dal resto del cimitero è un ottimo esempio di arte della Tunisia.

Sulle grandi porte di bronzo, sono incise tre frasi che riassumono la vita del primo presidente: “Comandante supremo, il costruttore della nuova Tunisia, il liberatore delle donne”. Le tombe dei familiari hanno semplici lastre di marmo nel pavimento e iscrizioni sul muro.

Quella del politico, invece è al centro della stanza più bella del mausoleo di Bourguiba. Si tratta di una camera circolare dominata da un grande lampadario di cristallo con passerelle che l’avvolgono e si sviluppano su due piani.

Le sue spoglie si trovano in un sarcofago in marmo fatto costruire realizzare da lui stesso nel 1976, che si trova al centro della sala. All’interno del monumento sepolcrale, c’è anche il piccolo museo che è stato allestito per ricordare la figura storica e carismatica del primo presidente della Tunisia.

In un’ala del mausoleo di Bourguiba è stato ricostruito l’ufficio che si trovava nel palazzo presidenziale di Cartagine. Lì si trovano anche oggetti personali come penne, passaporti e carte d’identità, i suoi occhiali e le sue foto.

Non mancano anche i vestiti sia occidentali che tradizionali come la jebba, i chéchia e i fez che portava durante le piccole come nelle grandi occasioni. Nonostante siano ormai passati anni, la sua figura è ancora molto amata in Tunisia.

E c’è chi venendo qui, a visitare il mausoleo di Bourguiba, lo rimpiange come uno dei grandi promotori della Libertà del suo popolo. Un grande politico che ha saputo dare alla Tunisia la sua identità.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Mausoleo di Bourguiba, la Monastir del presidente"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...